Il 13 gennaio, nello specchio acqueo dell’antico porto romano, di fronte alla Marina di Tilibbas, si è svolta la prima edizione delle Remate di Sant’Antonio dedicate al chiattino olbiese e al gozzo nazionale.

L’attività svolta sotto il patrocinio della Federazione Italiana Canottaggio a Sedile Fisso (FICSF), ha avuto la partecipazione di una quindicina di equipaggi che si sono confrontati con grande sportività e spirito agonistico.

Alle due remate, in acqua alternativamente, organizzate dal comitato festeggiamenti Sant’Antonio Abate, hanno partecipato la Marina di Tilibbas, lo Yachting Club Cala dei Sardi, la Lega Navale Porto San Paolo, la ASD Golfo Arangi e la Canottieri Stintino

“Siamo molto soddisfatti della riuscita delle remate – ha detto Antioco Tilocca, delegato regionale della FICSF -. Era importante riuscire a mettere in acqua queste due differenti imbarcazioni e dar vita ai giochi nello splendido porto romano di Olbia. Grazie a tutti i partecipanti che hanno reso davvero speciale la giornata di sport e amicizia”.